Crea sito
CantoAmbrosiano - Risorse musicali sparse per la liturgia ambrosiana
Mistero dell'Incarnazione Mistero della Pasqua Mistero della Pentecoste B.V. Maria e Santi Ordinario
Domenica delle Palme
Giovedì santo
Venerdì santo
Sabato santo
Pasqua
I di Pasqua
In albis depostis
III di Pasqua
IV di Pasqua
V di Pasqua
VI di Pasqua
Ascensione
VII di Pasqua
Pentecoste

Pentecoste

Litugia Vigiliare VespertinaMessa nel giornoCanti vari

Parti per il coro (vigiliare + messa del giorno): bozza

Liturgia Vigiliare Vespertina
Lucernario: Alzati e vesti

(Migliavacca, su fascicolo "Lucernari" - Arcidiocesi di Milano - pag. 2)

S. Alzati e vesti il tuo manto di luce,
santa Chiesa di Dio.

R. La gloria del Signore
su di te si riverbera.

V. Al tuo chiarore camminano le genti
nella notte del mondo.

R. La gloria del Signore ...

S. Alzati e vesti il tuo manto di luce ...

Inno: Ritorna il Signore risorto

(n. 12 su fascicolo "Inni per la liturgia ambrosiana delle ore" - Eurarte)

  1. Ritorna il Signore risorto
    nei cieli dimora altissima:
    dal Padre splendente mistero
    effonde a noi lo Spirito.
  2. Si compie il numero arcano
    dei giorni che Dio ha segnato:
    un vento e un fragore gagliardo
    la terra attonita scuote.
  3. Dall’alto la vita divina,
    un mare ardente di luce,
    è fuoco d’amore che scende
    i infiamma i discepoli oranti.
  4. Esultano i cuori di gioia
    al soffio del santo Paraclito,
    e scioglie la bocca un canto
    a Dio che compie prodigi.
  5. Un animo ottuso e incredulo
    ignora il santo mistero:
    gli apostoli pieni di Spirito
    accusa di stolta ebbrezza.
  6. L’annuncio potente e gioioso
    con segni corrobora Pietro;
    così del profeta si avvera
    l’antica ispirata promessa.
  7. Sia gloria al Signore risorto,
    sia gloria al Padre creatore,
    sia gloria allo Spirito Santo
    nel tempo e nei secoli eterni.
    Amen.
(oppure) Inno: Iam Christus astra ascenderat

(Vesperalis, p. 359 - La melodia è quella del Veni Creator)

  1. Iam Christus astra ascénderat,
    regréssus unde vénerat,
    promísso Patris múnere
    Sanctum datúrus Spíritum.
  2. Sollémnis surgébat dies,
    quo mýstico septémplici
    orbis volútus sépties
    signat beáta témpora.
  3. Cum hora cunctis tértia
    repénte mundus íntonat:
    Apóstolis orántibus,
    Deum venísse núntians.
  4. De Patris ergo lúmine
    decórus ignis almus est,
    qui fida Christi péctora
    calóre Verbi cómpleat.
  5. Impléta gaudent víscera
    affláta sancto lúmine:
    voces divérsae cónsonant,
    fantur Dei magnália.
  6. Ex omni gente cógitur
    Græcus, Latínus, Bárbarus:
    cunctísque admirántibus,
    linguis loquúntur ómnium.
  7. Iudaéa tunc incrédula,
    vesána torvo spíritu,
    madére musto sóbrios
    alúmnos Christi cóncrepat.
  8. Sed, signis et virtútibus,
    occúrrit et docet Petrus,
    falsa profári pérfidos,
    Ioéle teste, cómprobans.
  9. Deo Patri sit glória
    et Filio, qui a mórtuis
    surréxit, ac Paráclito
    in saéculorum saécula.
    Amen.
Responsorio: Alleluia. A te si prostri

(Migliavacca, su fascicolo "Responsori - Libro II" - Arcidiocesi di Milano - pag. 21)

R Alleluia, alleluia, alleluia.
Alleluia.

V A te si prostri tutta la terra,
canti al tuo nome.

Alleluia.

Salmello I: Benedite Dio

Benedite Dio nelle vostre assemblee,
benedite il Signore, voi della stirpe di Israele.

V. Sorga Dio, i suoi nemici si disperdano
e fuggano davanti a lui quelli che lo odiano.

Salmello II: Benedetto il Signore Dio d'Israele

Benedetto il Signore Dio d’Israele,
egli solo compie prodigi;
e benedetto il suo nome glorioso per sempre.

V. Dio, da’ al re il tuo giudizio,
al figlio del re la tua giustizia.

Salmello III: Mandi il tuo Spirito, sono creati (4 v.)
Versione semplice a 1 voce

Mandi il tuo Spirito, sono creati,
e rinnovi la faccia della terra.

V. Benedici il Signore, anima mia,
quanto è in me benedica il suo santo nome.

Salmello IV: Tuoi sono i cieli

(Migliavacca - Fascicolo "Vigilie del Natale e della Epifania" Arcidiocesi di Milano - pag. 6)

Tuoi sono i cieli, tua è la terra,
tu hai fondato il mondo e quanto contiene.

V. Canterò senza fine le grazie del Signore,
con la mia bocca annunzierò la tua fedeltà nei secoli.

Sallenda: Dominus regit me
(Accompagnamento)

(Antiphonale, pag. 249, da eseguirsi nei vespri primi della vigilia, dopo le quattro Lectiones e i loro reliativi salmelli/cantici, al ritorno dal Sancto Fonte Baptisimali, subito prima della messa infra vesperas)

Dominus regit me et nihil mihi deerit. Hallelujah.
Impinguasti in oleo caput meum. Hallelujah, hallelujah.

Il Signore è il mio pastore: non manco di nulla. Alleluia.
Ungi di olio il mio capo. Alleluia, alleluia.

Al Vangelo: Halleluiah. Spiritus Sanctus docebit vos
(accompagnamento)
Alleluia. Lo Spirito Santo vi insegnerà
ciò che bisogna dire.
Dopo il Vangelo: Quando mostrerò (CD51 + alleluia)
Quando mostrerò la mia santità in mezzo a voi,
vi radunerò tra le genti
e vi darò un cuore nuovo. Alleluia.
Allo spezzare del pane: Dio stesso ci ha segnato
Dio stesso ci ha segnato con l’unzione santa,
confermandoci col dono dello Spirito
che vive nei nostri cuori, alleluia.
Magnificat: Gesù ordinò agli apostoli

Gesù ordinò agli apostoli
di non allontanarsi da Gerusalemme, *
ma di attendere la promessa del Padre. Alleluia.

Messa nel giorno
Sallenda: I. Pacem meam do vobis +
II. Jesus praecepit eis dicens

(Accompagnamento Psall. I.)
  1. Pacem meam do vobis, hallelujah:
    pacem meam relinquo vobis. Hallelujah.
  2. Jesus praecepit eis dicens,
    a Jerosolymis ne discederent;
    sed expectarent promissionem Patris. Hallelujah.
Salmo resp.: Del tuo Spirito, Signore, è piena la terra
(versione con estensione ridotta)

R. Del tuo Spirito, Signore, è piena la terra.
oppure
R. Alleluia, alleluia, alleluia.

Benedici il Signore, anima mia!
Sei tanto grande, Signore, mio Dio!
Quante sono le tue opere, Signore!
La terra è piena delle tue creature. R.

Togli loro il respiro: muoiono,
e ritornano nella loro polvere.
Mandi il tuo spirito, sono creati,
e rinnovi la faccia della terra. R.

Sia per sempre la gloria del Signore;
gioisca il Signore delle sue opere.
A lui sia gradito il mio canto,
io gioirò nel Signore. R.

Al Vangelo: Alleluia. Vieni, Santo Spirito
Alleluia. Vieni, Santo Spirito,
riempi i cuori dei tuoi fedeli
e accendi in essi il fuoco del tuo amore.
Dopo il Vangelo: Come Vigiliare
Quando mostrerò la mia santità...
Allo spezzare del pane: Nell'ultimo giorno della festa
Ultimo festivitatis die (Accompagnamento)
Nell’ultimo giorno della festa Gesù proclamava:
«Dal seno di chi crede in me
scaturiranno fiumi d’acqua viva».
Questo disse parlando dello Spirito
che avrebbero ricevuto i credenti in lui, alleluia, alleluia.
Alla comunione: Cantate un inno agnelli senza macchia
Cantate un inno, agnelli senza macchia,
rinati al lavacro del fonte,
saziati del corpo di Cristo, alleluia, alleluia.
Canti propri vari
Veni Creator

melodia ambrosiana, versione con alternatim a 4 voci (la lezione "dextrae" nella terza strofa si riferisce al modo corretto di cantare, elidendo la "e" dopo la x)

(accompagnamento)

realizzazione di Migliavacca del gregoriano (rimaneggiata per l'ambrosiano) e riduzione tastieristica della parte a 4 voci

Comprende anche l'inno Hic est dies di Pasqua, sulla stessa melodia.
Utilizzabile anche per lo Iam Christus astra ascenderat.

Si noti che la melodia ed il testo ambrosiani presentano qualche diversità rispetto a quelli romani.


Veni, Creator Spiritus
mentes tuorum visita
Imple superna gratia
quae tu creasti pectora.

Qui Paraclitus diceris,
Donum Dei altissimi,
fons vivus, ignis, caritas,
et spiritalis unctio.

Tu septiformis munere,
Dexterae Dei tu digitus;
tu rite promissum Patris,
sermone ditans guttura.

Accende lumen sensibus,
infunde amorem cordibus,
infirma nostri corporis,
virtute firmans perpeti.

Hostem repellas longius,
pacemque dones protinus,
ductore sic te praevio,
vitemus omne noxium.

Per te sciamus da Patrem,
noscamus atque Filium,
te utriusque Spiritum
credamus omni tempore.

Deo Patri sit gloria
et Filio, qui a mortuis
surrexit, ac Paraclito,
in saeculorum saecula.
Amen.


Vieni, o Spirito creatore,
visita l'anima dei tuoi fedeli,
ricolma di grazia divina
i cuori che hai creato.

Tu sei chiamato Consolatore,
dono di Dio altissimo,
fonte viva, fuoco, amore,
unzione santa e gioia di vita.

Tu dono perfetto e molteplice,
dito di Dio Creatore,
solenne promessa del Padre,
per te fiorisce l'umana parola.

Con la tua luce illumina i sensi,
infondi l'amore nei nostri cuori,
le stanche membra del corpo ristora,
con il tuo forte ed eterno vigore.

Da noi respingi l'antico nemico
e senza indugio concedi la pace,
Cammina dinanzi al tuo popolo
affinché non perisca nel male.

Facci conoscere il Padre,
svelaci il mistero del Figlio
e del tuo coeterno Spirito,
fa che sempre in te noi crediamo.

Sia gloria a Dio Padre,
al Figlio, che è risorto dai morti
e allo Spirito Santo
per tutti i secoli.
Amen.

Canti propri non ambrosiani
Veni creator di Guillaume Dufay

alternatim gregoriano / polifonia a 3 voci bianche / femminili

Contattaci: