Crea sito
CantoAmbrosiano - Risorse musicali sparse per la liturgia ambrosiana
Mistero dell'Incarnazione Mistero della Pasqua Mistero della Pentecoste B.V. Maria e Santi Ordinario
B. V. Maria
Antifone, Ave, Inni
Natività della Beata Vergine Maria
8 settembre
Beata Vergine del Rosario
7 ottobre
Immacolata Concezione
8 dicembre
Comune dei Santi
Martiri Plurimi
Proprio dei Santi
San Giacomo
25 luglio

Comune di più Santi Martiri ambrosiano

 

Messa
Inno: Aeterna Christi munera
(La versione con 4v alternatim e l'accompagnamento sono inclusi con le sallende)
  1. Aetérna Christi múnera,
    Et Mártyrum victórias,
    Laudes feréntes débitas,
    Laetis canámus méntibus.
  2. Terróre victo saéculi,
    Poenísque spretis córporis,
    Mortis sacrae compéndio
    Vitam beátam póssident.
  3. Tradúntur igni Mártyres,
    Et bestiárum déntibus :
    Armáta saevit úngulis
    Tortóris insáni manus.
  4. Nudáta pendent víscera,
    Sanguis sacrátus fúnditur ;
    Sed pérmanent immóbiles
    Vitae perénnis grátia.
  5. Te nunc, Redémptor, quaésumus,
    Ut Mártyrum consórtio
    Jungas precántes sérvulos
    In sempitérna saécula.
  6. Patri, simúlque Fílio,
    Tibique, Sancte Spíritus,
    Sicut fuit, sit júgiter
    Saéclum per omne glória.
    Amen.

Inno italiano dalla versione corrente della liturgia delle ore:
  1. Gli eterni doni di Cristo Signore
    gioiosamente cantiamo:
    così la Chiesa esalta
    le vittorie dei martiri
  2. e leva la sua lode
    agli eroi della fede,
    ai cittadini beati del cielo,
    onore del popolo santo.
  3. L’incubo del tiranno non li vince
    né li piega lo scempio delle membra;
    a prezzo di orribile morte
    conquistano la vita.
  4. Sono gettati sui roghi
    o in pasto alle belve azzannanti;
    la mano del carnefice li strazia,
    armata di unghiati tormenti.
  5. O prodigio di grazia!
    La fede viva, la speranza indomita
    e la divina carità trionfa
    sul tenebroso Principe del mondo.
  6. Riluce in essi la gloria del Padre
    e l’infocato amore dello Spirito
    e la superna bellezza del Figlio,
    che di sé allieta le schiere celesti. Amen.
Sallenda: Justi et Sancti in Domino gaudete Justi et Sancti in Dómino gaudéte :
vos elégit Dóminus haereditátem sibi.
Sallenda: Sancti tui, Domine, florebunt
(Inclusa con la sallenda precedente)
Accompagnamento organo
Sancti tui, Dómine, florébunt sicut lília  ;
et sicut odor Líbani erunt ante te.  
All'ingresso:   Stabunt justi in magna constantia aversus eos,
qui se angustiaverunt.
Quomodo computati sunt inter filios Dei,
et inter sanctos sors illorum est?
Salmo resp.: Il sangue dei martiri è seme di cristiani
[Il lezionario prevede anche varie altre possibilità di salmo, particolarmente per il Tempo Pasquale]
R. Il sangue dei martiri è seme di cristiani

Quando il Signore ristabilì la sorte di Sion,
ci sembrava di sognare.
Allora la nostra bocca si riempì di sorriso,
la nostra lingua di gioia. R.

Allora si diceva tra le genti
«Il Signore ha fatto grandi cose per loro».
Grandi cose ha fatto il Signore per noi:
eravamo pieni di gioia. R.

Ristabilisci, Signore, la nostra sorte,
come i torrenti del Negheb.
Chi semina nelle lacrime
mieterà nella gioia. R.

Nell’andare, se ne va piangendo,
portando la semente da gettare,
ma nel tornare, viene con gioia,
portando i suoi covoni. R.
Al Vangelo: Alleluia. Noi ti lodiamo, o Dio Alleluia. Noi ti lodiamo, o Dio, e ti benediciamo;
ti dà testimonianza la schiera dei tuo martiri.

Hallelujah. Justorum animae in manu Dei sunt,
et non tanget illos tormentum malitiae.
Dopo il Vangelo:   Dominus amat judicium,
et non derelinquet Sanctos suos :
in aeternum conservabuntur.
Adjuvabit eos, et liberabit eos Dominus a peccatoribus.
Offertorio: Gloriabuntur in te omnes (Ps. 5) Gloriabuntur in te omnes,
qui diligunt nomen tuum :
quoniam tu, Domine, benedices justos.
Domine, ut scuto bonae voluntatis tuae
coronasti nos.

Proteggili, perché in te si allientino
quanti amano il tuo nome,
poiché tu benedici il giusto, Signore,
come scudo lo circondi di benevolenza.

Allo spezzare del pane:   Ego vos elegi de mundo, ut eatis,
et fructum afferatis :
et fructus vester maneat.
Alla comunione:   Laudate Deum in Sanctis ejus:
laudate eum in firmamento virtutis ejus.
Canti propri vari
Canti propri non ambrosiani
Istorum est enim regnum - Claudio Casciolini
(versione in chiavi moderne)
Istorum est enim regnum caelorum,
qui contempserunt vitam mundi,
et pervenerunt ad praemia regni,
et laverunt stolas suas in sanguine Agni.
Contattaci: